Punti d'interesse

Acquario di Genova
Visitare l'Acquario di Genova è come compiere un viaggio emozionante attraverso l'immensità del mare. Un'esperienza unica alla scoperta di un universo ricco di vita, di forme curiose e di strane creature. Foche, delfini, pinguini, squali, pesci di tutte le forme e colori, sono solo alcuni degli amici che incontrerete lungo il vostro percorso alla scoperta del mondo marino.
Dall'inaugurazione della struttura, avvenuta il 12 ottobre 1992, 15.000.000 di visitatori hanno potuto ammirare i 10.000 animali ospitati nelle 70 vasche dell'acquario.

Fiera di Genova
Tutte le manifestazioni fieristiche in Genova, tra cui il Salone Nautico, riassunte all'interno di un dettagliato calendario eventi sul sito www.fiera.ge.it/calendario.aspx

Galata Museo del Mare
Il Galata Museo del Mare è il più grande museo marittimo del Mediterraneo.
L'edificio Galata è la costruzione più antica sopravvissuta dell'arsenale della Repubblica. Nel '600 vi si costruivano le Galee genovesi. Oggi in continuità col passato è il luogo in cui conoscere il secolare rapporto tra
l'uomo e il mare. In un allestimento innovativo e coinvolgente, la fedele ricostruzione di una Galea genovese del '600, di un brigantino-goletta del '800, la suggestiva Sala Tempesta, la mostra "Transatlantici Italiani" e oltre 6000 oggetti originali raccontano l'affascinante avventura dell'uomo sul mare. Da Cristoforo Colombo fino al Rex.

Palazzo Ducale
Dopo un ultimo restauro durato 10 anni, si propone oggi non solo come edificio storico, ma anche e specialmente come struttura polivalente.
Centro di idee e di iniziative culturali è il vero e proprio "cuore pulsante" della città.
A partire dal 1992 anno in cui fu riaperto, il Palazzo è stato teatro di molti eventi e di alcune mostre particolarmente importanti la cui fama ha travalicato i confini nazionali. La qualità dei suoi spazi, storicamente e artisticamente prestigiosi, si presta ad un insieme di attività espositive,
culturali (biblioteche, archivi, associazioni), e congressuali. Nei luoghi che nel passato ospitavano le Magistrature della Repubblica, oggi hanno sede anche iniziative commerciali: bar, ristoranti, gallerie d'arte, librerie, servizi di informazione e botteghe artigianali legate alla tradizione ed alla cultura della regione.

La Città dei Bambini
La costruzione della casa, l'osservazione del misterioso mondo delle formiche, le barchette che navigano nei canali dell'acqua e dondolano mentre galleggiano nelle chiuse: questi e altri giochi dei tempi passati, divenuti ormai impraticabili nei quartieri cittadini, assieme alla possibilità di un approccio facile e comprensibile alle moderne tecnologie - come, ad esempio, la realizzazione di un telegiornale di classe in un vero e proprio studio televisivo - sono attività consuete nella Città dei bambini, il più grande spazio ludico - didattico per bambini e ragazzi dai 3 ai 14 anni in Italia, realizzato su concessione della Cité des Sciences et de l'Industrie La Villette di Parigi.

Museo Nazionale dell'Antartide
Il Museo Nazionale dell'Antartide dipende dal Ministero per l'Università, è stato istituito nel 1996 allo scopo di far conoscere il continente antartico e le attività di ricerca scientifica che l'Italia vi svolge dal 1985 nell'ambito del Programma nazionale di Ricerche in Antartide.
Tale Museo si sviluppa in tre distinte sezioni presso le città di Genova, Siena e Trieste. La sezione genovese -al momento l'unica non riservata agli esperti- tratta in particolare degli aspetti biologici del grande continente di ghiaccio con fedeli e spesso spettacolari ricostruzioni degli ambienti in cui vivono gli uccelli, i pesci e i mammiferi del Polo Sud. La vita dell'uomo in quell'ambiente estremo vi è ben documentata con modelli in scala della base italiana: l'allestimento completo di un grande campo base e di un campo remoto.
Ottimo il centro didattico, con un biolaboratorio modernamente attrezzato, una sala multimediale e la disponibilità di dispense per poter approfondire l'argomento.

Castello D'Albertis - Museo delle Culture del Mondo
Nel castello in stile neogotico, che domina la città di Genova, sono esposte le collezioni etnografiche, archeologiche e marinaresche raccolte dal capitano D'Albertis durante i suoi viaggi in America, Africa, Oceania ed Asia. Il complesso museale, ospita inoltre la collezione etnografica del cugino Luigi Maria e le collezioni delle Missioni Cattoliche Americane (manufatti, reperti archeologici, oggetti utilitari e rituali, materiale fittile e tessile).

Galleria d'Arte Moderna
Formatasi dal nucleo della raccolta del principe Odone di Savoia e da successivi lasciti e campagne d'acquisti, la Galleria ha sede nella seicentesca Villa Saluzzo di Nervi dove sono ospitate più di 2.500 opere tra dipinti, sculture, disegni e incisioni, databili dagli inizi dell'Ottocento all'epoca attuale. Tra i numerosi artisti presenti Ernesto Rayper, Tammar Luxoro, Renato Guttuso. Il museo riaprirà nel 2004.

Galleria di Palazzo Bianco
Importante raccolta di pittura europea, italiana e genovese dal XVI al XVIII secolo: accanto ai pregevoli capolavori e dipinti italiani (Caravaggio, Veronese), fiamminghi (Hans Memling. Gerard David, Jean Provost, Rubens, Van Dyck), olandesi (Steen), francesi (Vouet, Lancret) e spagnoli (Zurbaràn, Murillo), spicca una vasta rassegna della pittura genovese fra il Cinque e Settecento (Magnasco, Cambiaso, Strozzi, Piola). Di grande rilievo il pallio bizantino (1261).

Galleria di Palazzo Rosso
Nella lussuosa cornice, composta da affreschi dei maggiori pittori del Seicento ligure e da preziosi arredi, è esposta la ricca quadreria che comprende dipinti raccolti nell'arco di più di due secoli dalla famiglia Brignole-Sale. Tra gli artisti esposti nella galleria del nobile palazzo genovese: Veronese, Guercino, Strozzi, Grechetto, Carbone, Van Dyck, Dürer e molti altri ancora.

Museo Civico di Storia Naturale Giacomo Doria
Il complesso museale, nato nel 1867, è noto in ambito scientifico mondiale per i suoi tre milioni e mezzo di esemplari provenienti da ogni parte del mondo. Le sue collezioni, di alto valore scientifico, sono soprattutto zoologiche, ma non mancano raccolte botaniche, di minerali, rocce e fossili. Meritano particolare menzione la collezione ornitologica, la collezione di Mammiferi, le ricche collezioni di insetti e il salone dedicato alla Paleontologia.

Museo d'arte contemporanea Villa Croce
Il museo di Villa Croce vanta un patrimonio artistico di più di 3.000 opere di arte astratta italiana e straniera 1939-1980; arte genovese e ligure dalla seconda metà del '900; grafica italiana del secondo '900; e conserva l'importante collezione d'arte astratta Maria Cemuschi Ghiringhelli con oltre duecento opere di alcuni tra i più importanti artisti italiani. Sono aperti al pubblico anche la biblioteca e l'archivio.

Museo d'arte orientale Edoardo Chiossone
Il ricchissimo patrimonio di arte giapponese ed orientale, raccolto in Giappone durante il periodo Meiji da Edoardo Chiossone è ora esposto nella Villetta Di Negro. Il museo ospita opere giapponesi di varie epoche: pittura (dal XI al XIX sec.), armi e armature, smalti, ceramiche, lacche, porcellane, stampe policrome, strumenti musicali, maschere teatrali, costumi e tessuti, bronzistica, e una ricca collezione di grandi sculture del Giappone, della Cina e del Siam.

Museo del Risorgimento (Casa Mazzini)
Il museo fa parte dell'Istituto Mazziniano, insieme all'archivio e alla biblioteca storica. Nella casa natale di Giuseppe Mazzini sono conservati documenti e cimeli mazziniani e risorgimentali (autografi, armi, divise, bandiere). Un percorso museale che copre oltre 120 anni di storia da Balilla alla Giovine Italia, all'impresa dei Mille e si conclude con due stanze con oggettistica e manufatti appartenuti a famosi personaggi quali Garibaldi, Mameli, Bixio.

Museo del Tesoro della Cattedrale di San Lorenzo
Negli ambienti sotterranei della Cattedrale di San Lorenzo sono esposti capolavori di oreficeria ed arte sacra dell'XI-XIX secolo, argenteria antica di eccezionale importanza artistica, legati al culto della Cattedrale e alla storia di Genova. Tra i pezzi più significativi del museo, il "Sacro Catino"; la bizantina "Croce degli Zaccaria"; l'Arca delle Ceneri di San Giovanni Battista ed altri oggetti legati al culto del Battista.

Museo di Archeologia Ligure
Il museo espone la più ampia rassegna di archeologia ligure: preistoria e protostoria della Liguria; le sepolture paleolitiche dalla grotta della Arene Candide, i ricchissimi corredi della necropoli preromana di Genova; gli scavi delle città della Liguria romana; la collezione di antichità greche e romane del Principe Odone di Savoia; due sale dedicate alla collezione egizia e ai marmi romani.

Museo di Sant'Agostino
Nel complesso conventuale agostiniano di origine medievale (XIII secolo) ha sede il museo che ospita sculture, affreschi staccati italiani e liguri, reperti lapidei dal X al XVIII secolo. Accanto ad opere di F.M. Schiaffino, V. Castello, Domenico Piola, Luca Cambiaso, F. Parodi, spiccano i capolavori di Giovanni Pisano, Pierre Puget e Antonio Canova. Importante la Collezione Topografica, una raccolta di carte di varie epoche e di importanza storica e documentaria.

Museo di storia e cultura contadina
In una villa sulle alture della Valpolcevera si possono ammirare attrezzi agricoli, arredi di case contadine, strumenti di produzione artigiana e fotografie che illustrano i cicli di coltura del castagno, dei cereali, della vite, dell'olivo e della canapa. Il museo presenta un'ampia documentazione sulla cultura contadina ed il folclore della regione (insediamenti storici liguri, case contadine, vita familiare, mestieri tradizionali e religiosità popolare).

Museo Giannettino Luxoro
Nella signorile villa di Nervi, in stile genovese sei-settecentesco, dal 1951 il museo espone le collezioni della famiglia Luxoro: dipinti, mobili, arredi, ceramiche, argenti, specchiere, cornici intalgiate, tessuti antichi; una serie di preziosi oggetti di produzione prevalentemente ligure del XVII-XVIII secolo; una raccolta di orologi antichi e pendole, una collezione di statuine da presepio del XVII e XVIII secolo; una serie di ritratti di scuola genovese del XVIII secolo.

Museo Navale
Nella villa rinascimentale di Giovanni Andrea Doria sono esposte ed ambientate le collezioni marittime genovesi che vanno dall'XI al XVI secolo. Nella struttura museale si possono ammirare reperti di archeologia sottomarina (bombarde e colubrine, pezzi di artiglieria); documenti, armature, dipinti, disegni, strumenti di navigazione, preziosi portolani, modelli di antiche navi; diversi tipi di imbarcazioni e di strumenti di navigazione.

Museo Raccolte Frugone
Dal 1993 il museo ha sede a Nervi, nella settecentesca villa Grimaldi Fassio, acquistata dal Comune di Genova nel 1979. Le importanti collezioni di arte otto-novecentesca dei fratelli Frugone comprendono dipinti, sculture e disegni di artisti italiani e stranieri attivi tra la seconda metà dell'Ottocento e il primo Novecento. Tra gli artisti rappresentati Bistolfi, Fontanesi, Mancini, Messina, Segantini, Signorini, Boldini, Rubino, Milesi, Tito, Michetti e Sorolla y Bastida.

Galleria Nazionale di Palazzo Spinola
Nella suggestiva cornice di un palazzo cinquecentesco che conserva intatta l'atmosfera di una residenza sei-settecentesca, si snoda il percorso museale della Galleria Nazionale della Liguria: la quadreria vanta opere dei maggiori artisti genovesi, fiamminghi ed europei, oltre ad un'importante collezione di ceramiche. Tra i dipinti esposti opere di Rubens, Van Dyck, Grechetto, Valerio Castello, e molti altri.

Museo di Palazzo Reale
Il sontuoso palazzo seicentesco, dimora patrizia di nobili famiglie (Balbi, Durazzo, Savoia), conserva intatti gli arredi, le opere d'arte, gli oggetti d'uso (XVII-XIX secolo). Le sue sale ospitano una ricca quadreria che comprende opere di molti artisti italiani e stranieri (Van Dyck, Tintoretto, Strozzi) e della scuola genovese (Piola, Grechetto, Schiaffino), oltre a sculture di Filippo Parodi. Da segnalare la collezione di mobili genovesi del XVII-XVIII secolo.

Museo di Palazzo del Principe
Nelle sale del prestigioso palazzo, fatto costruire da Andrea Doria nel Cinquecento, si conservano affreschi, dipinti e sculture di importanti artisti liguri, italiani e stranieri, oltre ad una pregevole serie di arazzi. Tra gli autori presenti nel museo Perin del Vaga, Piola, Tavarone, Cambiaso, Tiziano, Castello. Nel giardino all'italiana si trova la monumentale fontana marmorea di Nettuno, opera dei fratelli Carlone.

Museo Emanuele Luzzati
Dal 2001 il museo ha sede nel Porto Antico di Genova nei suggestivi spazi di Porta Siberia ed espone svariate opere e scenografie di Emanuele Luzzati (mezzari, arazzi, disegni). Il complesso museale è pensato particolarmente per bambini e ragazzi: oltre alle sale adibite a spazi didattici e di animazione, offre un'area multimediale, una biblioteca. La struttura ospita periodicamente mostre di allestimenti, costumi, bozzetti, modellini e maquette.

Museo Nazionale dell'Antartide Felice Ippolito
Il museo, situato nell'area del Porto Antico di Genova,è nato per far conoscere il continente antartico e le attività di ricerca svolte nel corso delle spedizioni italiane in Antartide. Il percorso museale prevede filmati, ricostruzioni di ambienti, campioni e reperti antartici (collezioni glaciologiche, geologiche, mineralogiche e paleontologiche). Oltre alla biblioteca è possibile consultare i cataloghi delle collezioni e la banca dati dei campioni ambientali.

Festival della Scienza
Il Festival della Scienza continua a attirare l'interesse della Rete e di moltissimi visitatori che approfitteranno del weekend per fare un tuffo tra la scienza. Un'occasione che si sta riconfermando finestra privilegiata per affacciarsi sul mondo della divulgazione scientifica, raramente tanto a portata di mano.